Bucce chimiche e idrochinone

Una buccia chimica può aiutare ad affrontare problemi di scolorimento della pelle come melasma, macchie di età o macchie di fegato, nonché scolori causati da acne cronica. Per migliorare gli effetti della buccia, l’agente sbiancante dell’idrochinone viene talvolta aggiunto all’agente di sbucciatura. Tuttavia, dato che l’idrochinone può causare reazioni allergiche in alcune persone, è necessario adottare alcune precauzioni per evitare effetti avversi.

Procedura di sbucciatura chimica

Il tipo di bucce chimiche più comunemente combinate con idrochinone utilizzano lieve alfa idrossido acidi per ottenere una esfoliazione leggera e media degli strati superiori della pelle. Questa procedura non chirurgica dura circa un’ora e può essere eseguita sul viso, sul petto, sul collo o sulle mani. I beneficiari della buccia chimica hanno tipicamente l’esperienza di bruciore o bruciatura lieve durante la procedura, ma l’anestesia di solito non è necessaria. Se sei particolarmente sensibile al dolore, un sedativo può essere somministrato prima del trattamento, rileva il sito perfetto Skin Laser Center.

Informazioni sull’idroquinone

L’idrochinone è un agente sbiancante che impedisce la produzione di pigmento cutaneo bloccando l’enzima tirosinasi, componente necessaria nella sintesi della melanina. In alcune persone, questo farmaco può causare effetti nocivi, tra cui orticaria, gonfiore della zona trattata, gravi danni o prurito o difficoltà a respirare. Pertanto, DermNet NZ dice che è importante avere il dermatologo ad eseguire un test di patch prima di sottoporsi a una buccia chimica con questo ingrediente per determinare se è presente una sensibilità dell’idrochinone.

Controindicazioni

Il Perfect Skin Laser Center raccomanda che le donne in gravidanza o infermieri abbandonino l’idrochinone con una buccia chimica, poiché gli effetti del farmaco su un neonato o infermieristico sono sconosciuti. Inoltre, informi il dermatologo se ha fegato o malattie renali o che sono allergici a qualsiasi medicinale, in quanto queste condizioni potrebbero presentare complicazioni. Se stai utilizzando Retin-A, il tuo dermatologo può raccomandare di interrompere l’uso del farmaco per cinque giorni prima e cinque giorni dopo la sua buccia chimica con idrochinone per ridurre la probabilità di aumentare l’irritazione.

Aftercare

Dopo aver ricevuto una buccia chimica con idrochinone, si può verificare l’arrossamento dell’area trattata per un massimo di 12 ore e la pelle screpolata per un massimo di cinque giorni. Non tagliare o tirare la pelle sciolta, in quanto ciò può causare scolorimento. Inoltre, evitare di usare altri farmaci, come ad esempio altri topical AHA, a meno che non sia diretto dal dermatologo. Per i due giorni successivi a una buccia chimica, non si impegnano in attività che aumentino la temperatura corporea o inducano la sudorazione e mantengano l’area trattata da temperature estreme calde o fredde. Inoltre, applicare una protezione solare adeguata all’esterno o indossare indumenti protettivi, dice Perfect Skin Laser Center.

Costo e frequenza

La North Hawaii Medical Spa raccomanda una serie di sei peeling chimiche superficiali con idrochinone distanziate ogni due o tre settimane per ottenere risultati ottimali. Dopo la serie iniziale, i trattamenti di manutenzione possono essere eseguiti ogni quattro o sei settimane. A partire dal 2010, il costo per una buccia chimica superficiale variava tra $ 150 e $ 300 per sessione. Poiché le bucce chimiche vengono tipicamente somministrate per scopi cosmetici, l’assicurazione non copre il costo.