Come il gelato influenza la lettura del glucosio?

Anche se alcune persone pensano che devi rinunciare a tutti i dolci tratti se sei diabetico, questo non è necessariamente il caso. Scegliendo gli alimenti giusti e pianificando correttamente l’assunzione di carboidrati durante tutto il giorno può rendere possibile l’indulgere in occasione. Mentre il gelato contiene carboidrati e può aumentare in qualche modo i livelli di zucchero nel sangue, non sarà necessariamente causa di picchi di zucchero nel sangue.

Contenuto di carboidrati

Il contenuto di carboidrati del gelato varia. Una tazza di 1/2-tazza di servizio a base di cioccolato o la stessa quantità di gelato senza grassi, senza aggiunta di zucchero, in un sapore diverso dal cioccolato, ha circa 19 grammi di carboidrati. Un gelato alla vaniglia di premio, invece, può avere fino a 24 grammi e altri sapori premium, come quelli che contengono pezzi di caramelle o altri dolci, possono essere anche più alti nei carboidrati. Una porzione di carboidrati per un diabetico è di 15 grammi e i diabetici possono mangiare di solito tre o cinque porzioni per pasto o da uno a due porzioni per uno spuntino e mantengono ancora livelli di zucchero nel sangue relativamente stabili. Ciò significa che un serving da 1/2-cup di gelato può assumere metà di porzioni di carboidrati di un pasto e potrebbe contenere più della quantità di carboidrati ammessi in uno spuntino.

Indice glicemico

L’indice glycemic aiuta a prevedere quanto un alimento particolare possa aumentare i livelli di zucchero nel sangue dopo averlo mangiato. Gli alimenti bassi sull’indice glicemico con punteggi di 55 o meno non causano un aumento molto elevato dei livelli di zucchero nel sangue, mentre quelli con punteggi superiori a 76 possono causare grandi incrementi. Il gelato a mezza vaniglia e gelato a mezza cioccolata ha un GI di circa 57, mentre l’ondulazione di lamponi a basso tenore di grassi ha un GI di 79. Tuttavia, alcuni gelati a basso contenuto di grassi hanno un GI a partire da 24 e un gelato al cioccolato premium Ha un GI di circa 37.

Carico glicemico

L’indice glicemico non prende in considerazione le tipiche dimensioni del serving. A causa di questo, il carico glicemico può essere un modo migliore per stimare il potenziale effetto alimentare sui livelli di zucchero nel sangue. Ogni punteggio inferiore a 10 è considerato basso. La maggior parte dei gelati, anche l’ondulazione di lamponi con l’alto punteggio di GI, rientrano ancora nella categoria bassa, con punteggi che vanno da 1 a 9. Ciò significa che fintanto che mantenete le vostre dimensioni di servizio a 50 grammi di gelato, non dovrebbe Influenzano negativamente i livelli di zucchero nel sangue. Ciò sarebbe leggermente inferiore a 1/3 di tazza di servizio morbido, circa 1/4 tazza di gelato premium o poco più di 1/3 tazza di gelato senza grassi.

Minimizzare gli effetti

Le creme di ghiaccio con aspartame, sorbitolo o mannitolo hanno meno probabilità di aumentare i livelli di zucchero nel sangue rispetto a quelli zuccherati con alcuni altri tipi di dolcificanti. Scegli un gelato senza aggiunte, come biscotti di caramella, biscotti o turbinii di sapore. Cercare creme di ghiaccio che sono più basse nei carboidrati e mangiare solo un piccolo servire con un cibo che è basso sull’indice glycemic o che contiene molto pochi carboidrati in quanto ciò ridurrà l’effetto complessivo del vostro pasto o snack sui livelli di zucchero nel sangue. Ad esempio, potete riempire la vostra ciotola per lo più ricca di frutta a basso contenuto di GI, come fragole o pesche affettate, e metterla in alto con solo una piccola dose di gelato alla vaniglia.