Come l’insulina riduce i trigliceridi?

Anche se l’insulina ormonale è più spesso associata al glucosio, ciò che l’insulina serve è aiutare a spostare sostanze dal flusso sanguigno nelle tue cellule – e questo include trigliceridi. I trigliceridi elevati spesso vanno di pari passo con l’elevato livello di zucchero nel sangue perché l’insulina è necessaria per rimuovere entrambi dal flusso sanguigno. Gli alti trigliceridi possono essere uno dei primi sintomi di diabete o insulino non diagnosticato, noto anche come pre-diabete.

I cibi che si mangiano, in particolare gli zuccheri e gli amidi di carboidrati, sono facilmente convertiti in glucosio – la fonte di energia preferita dal tuo corpo. Alcuni glucosio vengono usati immediatamente, ma l’eccesso di glucosio viene trasformato dal fegato e convertito in glicogeno, che viene immagazzinato nel tessuto muscolare. Se non hai abbastanza massa muscolare e c’è eccesso di glicogeno, viene trattato di nuovo dal fegato, questa volta nei trigliceridi – un tipo di grasso. La maggior parte dei grassi nel tuo corpo sono trigliceridi, che possono essere convertiti in energia quando il glucosio non è facilmente disponibile.

Quando il glucosio colpisce il flusso sanguigno, il pancreas risponde liberando l’insulina. Quanto più velocemente aumenta lo zucchero nel sangue, più l’insulina il tuo corpo produce per frenare la marea di zucchero nel sangue. L’insulina sposta il glucosio nelle tue cellule, poi il glicogeno nel tuo muscolo e, se necessario, i trigliceridi nelle cellule grasse per essere immagazzinati. Purtroppo, più si inonda il tuo corpo con glucosio, tanto più il pancreas deve lavorare per tenere il passo con la domanda di insulina. Infine il tuo pancreas non può più tenere il passo con il bisogno del tuo corpo per l’insulina e si sviluppa la resistenza all’insulina, un precursore per il diabete di tipo 2. Con la resistenza all’insulina, non si produce abbastanza insulina o il corpo non può utilizzarlo in modo efficace. La resistenza all’insulina può causare trigliceridi alti.

Se i livelli di trigliceridi elevati sono un risultato della resistenza all’insulina, ci sono cambiamenti nello stile di vita che è possibile apportare per migliorare la sensibilità all’insulina e ridurre i livelli di trigliceridi. Perdere peso è critico – il grasso interferisce con la capacità del tuo corpo di usare l’insulina. Anche perdendo solo il 7 per cento del tuo attuale peso corporeo può migliorare significativamente la resistenza all’insulina, nota la National Diabetes Information Clearinghouse. L’esercizio aiuterà anche il vostro corpo a utilizzare in modo più efficace l’insulina, in particolare gli esercizi di addestramento alla forza che possono contribuire a creare massa muscolare magra. I cambiamenti dietetici, come evitare gli zuccheri aggiunti e gli alimenti amidacei, aiuteranno a regolare la produzione di glucosio e la produzione di insulina.

I trigliceridi sono un tipo di lipide o grasso, simile al colesterolo. E proprio come il colesterolo alto, i trigliceridi elevati possono aumentare il rischio di malattie cardiache e ictus. I trigliceridi contribuiscono all’aterosclerosi – il restringimento e l’indurimento delle arterie. Secondo MayoClinic.com, i trigliceridi alti possono anche essere un segno di altre gravi problemi di salute, come uno squilibrio ormonale tiroideo, fegato o malattie renali e sindrome metabolica.

Glucosio e trigliceridi

Resistenza all’insulina e trigliceridi

Migliorare la sensibilità all’insulina

Pericoli di elevati livelli di trigliceridi