Correlazione dell’alta pressione sanguigna dopo la consegna e allattamento al seno

Un aumento della pressione sanguigna durante o dopo la consegna è comune e aumenta il rischio di una donna per sviluppare malattie croniche più tardi nella vita. Diversi fattori possono influenzare la pressione arteriosa postpartum e il trattamento può influenzare l’allattamento al seno. Per mantenere se stessi e il tuo bambino in buona salute, consultare il medico se si dispone di ipertensione postpartum o qualsiasi domanda sull’alimentazione.

Vantaggi dell’allattamento al seno

Il latte materno è sano per il tuo bambino a causa delle sue sostanze nutritive essenziali, tra cui proteine, vitamine e minerali, secondo la salute delle donne. Gli anticorpi nel latte materno aiutano le infezioni infantili e le neonate nutrite sono meno probabili diventare obesi più tardi nella vita. I potenziali benefici per la madre che allatta la malattia includono un rischio minore di sviluppare il diabete di tipo 2, riduzione dello stress e minori costi. È possibile iniziare l’allattamento immediatamente dopo la consegna, e l’ipertensione postpartum non è probabile che influenza il flusso del latte.

Ipertensione Postpartum

Più di un settimo delle donne in gravidanza sperimenta una maggiore pressione sanguigna durante la gravidanza o presto dopo la nascita, secondo un articolo del giornale “Cuore”. La pressione sanguigna aumenta spesso nei primi giorni successivi alla nascita e potrebbe essere necessario rimanere in ospedale dopo la consegna se si sviluppa l’ipertensione. Informi il medico se vuoi allattare al seno durante questo periodo. Il trattamento per la pressione sanguigna postpartum può includere farmaci per la pressione sanguigna e ulteriori monitoraggi.

Componenti dietetici

La caffeina può anche aumentare il rischio di alta pressione sanguigna, secondo MayoClinic.com. Le fonti includono caffè, cioccolato, tè e bevande alcoliche bevande e bevande energetiche. Secondo La Leche League, il consumo di caffeina può anche portare alla caffeina nel latte materno e i neonati possono mostrare sintomi di ingestione di caffeina, come l’insonnia. Le nuove madri possono voler ridurre l’assunzione di caffeina. Si noti che un’adeguata assunzione di alcuni minerali, come il magnesio e il calcio, è necessaria per mantenere una pressione sanguigna sana ma non per garantire il latte materno sano, secondo il Linus Pauling Institute Micronutrient Information Center. Ad esempio, anche se non si prende abbastanza di calcio, il latte materno sarà alto in calcio dalle ossa.

considerazioni

È possibile abbassare il rischio di sviluppare la pressione arteriosa perinatale, mantenendo un peso sano prima della gravidanza e di ottenere peso in base alle raccomandazioni durante la gravidanza, secondo la rivista “Cuore”. Le donne che allattano al seno hanno maggiori probabilità di invertire il guadagno di peso di gravidanza con un tasso sano di perdita di peso. Alcuni farmaci per l’alta pressione sanguigna possono essere pericolosi per il neonato se si prevede di allattare al seno. Discutere la tua situazione con il medico per ottenere i migliori consigli su come mantenere o ottenere le normali letture di pressione sanguigna fornendo al bambino il miglior nutrimento possibile.