Dosaggio per agnus castus

Agnus castus, noto anche come vitex o chasteberry, è stato usato per migliaia di anni per una varietà di questioni femminili come i seni fibrocystic, sindrome premestruale e infertilità. Le donne potrebbero utilizzarlo per uno scopo specifico o per promuovere l’equilibrio ormonale generale. Secondo il Centro Nazionale per la Medicina Complementare e Alternativa, esistono prove che sostengono alcuni di questi vantaggi, ma i risultati misti, il cattivo design di alcuni studi e la mancanza di informazioni affidabili rendono difficile trarre conclusioni definitive. Alcune linee guida per la supplementazione sono state stabilite, ma è consigliabile consultare un medico informato sulla medicina a base di erbe per orientare il dosaggio appropriato per la tua condizione e altri aspetti dell’uso sicuro.

Quando si tratta di farmaci a base di erbe, le dosi suggerite possono variare a seconda che si prenda il supplemento per il supporto generale di un determinato organo, funzione o processo o per affrontare una particolare preoccupazione per la salute. Drugs.com, un sito web che raccoglie le informazioni sulla salute da vari database medici, rileva che una dose giornaliera di estratto secco potrebbe consistere da 30 a 40 mg al giorno. L’Università di Pittsburgh Medical Center riferisce che una dose tipica di crostacea secca è di solito composta da 20 mg, prese una o tre volte al giorno. Tuttavia, l’Università del Maryland Medical Center raccomanda 400 mg al giorno per trattare la sindrome premenstruale, basata sulla ricerca. Non sono state stabilite linee guida per l’uso di questo supplemento, sottolineando l’importanza della guida professionale.

A causa del suo potenziale effetto sugli ormoni, l’uso potrebbe rivelarsi problematico in certi casi. L’uso di agnus castus contemporaneamente alle pillole per la nascita o ad altri contraccettivi ormonali potrebbe ridurre la loro efficacia. Se attualmente soffri o hai una storia o un aumento del rischio di disturbi dipendenti dall’estrogeno, come il cancro al seno, dovresti usare la chasteberry con cautela. Non usi se in gravidanza o in allattamento. Mentre il chasteberry ha una storia di utilizzo per affrontare problemi ormonali che possono contribuire all’infertilità, si dovrebbe prendere solo erbe che influenzano gli ormoni sotto la supervisione di un medico, in quanto uso improprio potrebbe solo peggiorare i tuoi problemi piuttosto che correggerli.

UPMC rileva una lunga storia di utilizzo in Germania e una mancanza di relazioni che descrivono significativi effetti negativi. Gli effetti collaterali potenziali comprendono eruzione cutanea, prurito, acne, fastidio di stomaco e mal di testa.

Oltre a una potenziale interazione con le pillole ormonali di controllo delle nascite, agnus castus potrebbe potenzialmente interagire con altri farmaci, e se prendi uno di loro, l’utilizzo di questa erba potrebbe risultare problematica. Essi includono farmaci che influenzano la produzione di dopamina nel cervello. Potrebbe anche interagire con tutti i farmaci usati per affrontare problemi nella ghiandola pituitaria.

Dosaggio suggerito

Effetti ormonali

Effetti collaterali

Interazioni farmacologiche