Il cohosh nero lavora veramente per indurre il lavoro?

Quando si avvicina alla fine della gravidanza, si può iniziare a sentirsi ansiosi sulla fine della gravidanza e prendere in considerazione i modi per ottenere il lavoro da calciare in modo da poter incontrare il tuo bambino. Questo è un pensiero naturale e quasi universale alla fine della gravidanza, ma non è generalmente consigliabile. Il cohosh nero è un supplemento a base di erbe raccomandato comunemente per indurre il lavoro, ma le prove scientifiche non supportano il suo uso.

La maggior parte delle gravidanze sane dura tra le 38 e le 42 settimane, con una durata media di una gravidanza di circa 40 settimane. Tecnicamente, un feto su 37 settimane di età gestazionale è considerato pieno termine da una prospettiva medica e, di conseguenza, molte donne cercano di indurre il lavoro in gravidanza tardiva. Ci sono farmaci e tecniche mediche che possono indurre il lavoro, ma alcune ostetriche raccomandano anche alcune erbe, tra cui il cohosh nero. Consultare il proprio medico prima di utilizzare il cohosh nero per indurre il lavoro.

Il cohosh nero sembra funzionare come un tonico uterino, simile al tè rosso di foglia di lampone. Secondo gli erboristi e gli operatori sanitari alternativi, aiuta a preparare l’utero per contrattare e stimolare il lavoro. Un articolo di maggio-giugno 1999 del “Journal of Nurse-Midwifery” riferisce che delle infermiere-midwives intervistate, il 45 per cento aveva usato cohosh nero per stimolare il lavoro nei loro pazienti. L’articolo non nota tuttavia il tasso di successo o la sicurezza della preparazione.

Purtroppo, mentre il cohosh nero è un erba relativamente raccomandato per la gravidanza tardiva e l’induzione del lavoro, non ci sono studi scientifici che dimostrano che sia sicuro o efficace nel portare avanti il ​​lavoro. Questo è probabile perché è medicalmente difficile condurre studi scientifici controllati sulle donne in gravidanza. Le limitate informazioni disponibili sul cohosh nero, tuttavia, suggeriscono che non è probabile che sia sicuro, prende atto dell’American Pregnancy Association. Ciò può essere dovuto al fatto che le erbe che aumentano le contrazioni uterine possono portare a disturbi fetali e al travaglio prematuro. Nell’articolo del “Journal of Nurse-Midwifery” del 1999, il 21 per cento dei praticanti ha segnalato complicazioni come contrazioni uterine troppo forti, rapida dispersione pericolosa, nausea e vomito quando si utilizzano erbe, tra cui il cohosh nero.

In generale, è meglio evitare qualsiasi tecnica intesa a produrre un lavoro se non hai raggiunto il punto di 40 settimane della gravidanza. Le ultime settimane di gravidanza contribuiscono allo sviluppo del cervello fetale e il taglio di una gravidanza breve di una settimana può contribuire a ritardi nello sviluppo, rileva un articolo nel gennaio 2011 del “The Wall Street Journal”. Se sei interessato a cercare di indurre il lavoro – sia con il cohosh nero o con qualsiasi altra tecnica – è meglio parlare prima con il medico.

Lavoro

Nero Cohosh

Sicurezza e efficacia

Induzione del lavoro