Il tè verde decaffeinato ha ancora antiossidanti?

Secondo l’Università del Maryland, il tè viene consumato da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, solo l’acqua viene assorbita più frequentemente. Ci sono tre principali varietà di tè – verde, nero e oolong – e tutti sono fatti dalle foglie della pianta Camellia sinensis. Tra i tre, il tè verde contiene i più antiossidanti, chiamati catechine. Gli antiossidanti aiutano a neutralizzare gli effetti dei radicali liberi, che sono atomi formati nel tuo corpo a causa di inquinamento o tossine come il fumo di sigaretta e che possono danneggiare le cellule.

Le foglie di tè fresche vengono cotte a vapore e poi essiccate per produrre i tizi di tè verde familiari che usiamo in sacchetti di tè o sciolti. Poiché il tè verde è fatto da foglie di tè non fermentate – il tè nero è fermentato e l’oolong è parzialmente fermentato – il tè verde contiene più antiossidanti del nero o dell’olio, secondo un articolo dell’aprile 2006 “Journal of the American College of Nutrition”. Contiene anche meno caffeina di tè fermentati. Estratto di tè verde è disponibile anche in forma supplementare. Tuttavia, se si prevede di utilizzare tè verde, sia preparato o integrato, per migliorare la salute, è consigliabile consultare il proprio medico prima di iniziare.

La caffeina naturale in tè viene rimossa da uno dei quattro processi di decaffeinazione. Utilizzare due solventi chimici acetato di etile e cloruro di metilene, uno usa anidride carbonica e uno usa acqua. Nessuno di questi si traduce in tè totalmente privo di caffeina; per legge, un’etichetta che mostra “decaffeinato” deve avere almeno il 97 per cento della caffeina rimossa. Il processo di decaffeinazione con cloruro di etilene è stato considerato una volta come proprietà cancerogene ed è stato bandito negli Stati Uniti. Ma secondo la “Berkley Wellness Letter” del maggio 2004, dopo l’ulteriore studio, la FDA lo ha approvato per l’uso.

Questi processi decaffa eliminano alcuni degli antiossidanti. Secondo uno studio riportato nella rivista “Nutrition and Cancer”, i flavonoli, un tipo di antiossidante polifenolo, sono diminuiti in modo significativo dopo la decaffeinazione. I ricercatori hanno scoperto che il contenuto flavonale varia da 21,2 a 103,2 milligrammi per grammo per i tè normali e da 4,6 a 39,0 milligrammi Grammo per i tè decaffeinato. Il contenuto totale di flavonol nei tè decaffeinato era circa la metà del tè normale. In un altro studio riportato da Z.Y. Wang, et al., Nel luglio 1994 di “Cancer Research”, il tè del decaf è risultato essere meno efficace del tè caffeinato a inibire i tumori della pelle nei topi.

Se riesci a tollerare la caffeina, il tè verde regolare è la tua scommessa migliore per il consumo di antiossidanti. Se dovete scegliere la versione decaf, prova a trovare uno che è decaffeinato dal metodo del biossido di carbonio. Il Dott. Pujari osserva che se il pacchetto non dice, scopri chiamando il produttore.

Circa il tè verde

Tè verde e caffeina

decaffeinizzazione

considerazioni