Malattie che causano bassi livelli di sangue rosso

Un basso numero di globuli rossi può essere un segno di anemia, una condizione in cui il corpo non dispone di abbastanza globuli rossi e il sangue non è in grado di portare abbastanza ossigeno ai tessuti che ne hanno bisogno. Molte condizioni possono causare un basso numero di globuli rossi: queste condizioni causano la perdita di globuli rossi al di fuori del corpo, causano una distruzione eccessiva delle cellule del sangue o causano una ridotta produzione di globuli rossi.

Definizione

Un basso numero di globuli rossi è generalmente rilevato da un sangue comune: la CBC o il sangue completo. Un numero di globuli rossi è generalmente considerato basso se il numero di globuli rossi nel campione è inferiore a 4,2 milioni a 5,4 milioni di cellule per microlitro di sangue (cellule / mcL) nelle donne e 4,7 milioni a 6,1 milioni di cellule / mcL negli uomini , Sebbene questi valori possono variare in qualche misura tra i diversi laboratori.

Perdita di cellule staminali

La causa più comune di perdita di globuli rossi è sanguinamento. Il sanguinamento può accadere rapidamente, ad esempio in una emorragia acuta causata da un infortunio. L’eccesso di perdita di sangue da un intervento chirurgico, o addirittura il sangue frequente si attesta nel tempo, può anche portare a un basso numero di globuli rossi, a volte acuti. Il sanguinamento può anche succedere cronicamente, per un periodo più lungo. La perdita cronica dei globuli rossi nelle donne è spesso causata da una grave mestruazione. La perdita di sangue cronica può anche verificarsi quando una lesione nel sistema intestinale, come un polpo benigno o un tumore maligno, provoca sanguinamenti.

Distruzione aumentata

Le cellule del sangue rosso vengono prodotte nel midollo osseo e circolano nel flusso sanguigno per circa 120 giorni. Le cellule del sangue vecchie e danneggiate vengono normalmente rimosse dalla milza. Una serie di malattie provocano danni alle cellule del sangue o causano che i globuli rossi normali vengono rimossi troppo presto. Le cellule del sangue rosso possono essere frammentate quando passano attraverso vasi sanguigni congestionati o danneggiati o quando passano attraverso valvole cardiache artificiali, portando alla loro distruzione e rimozione dalla milza. Nei disturbi del sangue come l’anemia falciforme, i globuli rossi che il corpo produce sono anormali e fragili e più inclini alla distruzione. In un disturbo chiamato anemia emolitica autoimmune, il sistema immunitario identifica le normali cellule rosse come estranee e attacca le cellule con anticorpi.

Produzione inadeguata

Alcune malattie, infezioni e droghe possono danneggiare o interferire con le cellule del midollo osseo che producono mature globuli rossi, portando a un basso numero di globuli rossi. I farmaci chemioterapici, somministrati per trattare i tumori nel midollo osseo o altrove nel corpo, possono anche danneggiare le cellule che producono mature globuli rossi. In una condizione chiamata mielodisplasia, le cellule che producono globuli rossi crescono e si sviluppano in modo anomalo e producono meno e più anormali globuli rossi. Il midollo osseo può anche essere coinvolto con cicatrici, cancro o altre cellule anormali, che sostituiscono le normali cellule del midollo e comportano una ridotta produzione di globuli rossi.