Acido citrico e urina

Un test per vedere quanto l’acido citrico è nelle urine viene utilizzato per aiutare a valutare il rischio di calcoli renali o per aiutare a diagnosticare altre condizioni sanitarie. Bassi livelli di acido citrico sono fattori di rischio per i calcoli renali, ma livelli più alti possono avere un effetto protettivo. È possibile influenzare la quantità di acido citrico nelle urine attraverso la dieta. Discutere sempre dei possibili cambiamenti dietetici e dei risultati del test con il medico.

Durante un periodo di 24 ore viene eseguita un’analisi di acido citrico. La gamma normale di acido citrico nelle urine è di 320 a 1.240 mg in 24 ore. Tuttavia, i livelli di risultati normali possono variare tra i laboratori, quindi è importante che un medico analizza le tue letture, secondo MedlinePlus. Non c’è fastidio quando prendi un test di urina di acido citrico perché comporta semplicemente urinare normalmente e raccogliere le urine in un contenitore speciale. Poiché i risultati del test sono influenzati dalla vostra dieta, devi mangiare normalmente quando prendi la prova.

Se i livelli di acido citrico nelle urine sono bassi, si può avere una tendenza a formare pietre renali. L’acido citrico ha un effetto protettivo contro le calcoli renali – più avete nell’urina, più protetti siete. Nella sua forma naturale, come la frutta, l’acido citrico nelle urine impedisce che i calcoli renali diventino sempre più vasti. Questo mantiene l’altro materiale da attaccare alle pietre e costruirle su di essi. L’acido citrico può anche rompere piccole pietre che iniziano a formarsi e inibiscono la formazione di nuove pietre.

I bassi livelli di acido citrico sono un indicatore dell’acidosi tubulare renale. Questa è una condizione in cui i reni non rimuovono correttamente gli acidi nelle urine. Questo lascia il sangue troppo acidulo. I reni svolgono un ruolo importante nella regolazione dell’equilibrio acido-base del tuo corpo o del pH. I sintomi dell’acidosi includono affaticamento, disidratazione, debolezza, dolore muscolare, diminuzione dell’uscita delle urine, crampi muscolari e frequenza cardiaca irregolare o aumentata. Questa condizione viene trattata con farmaci alcalini quali citrato di potassio e bicarbonato di sodio.

Altri fattori possono diminuire il livello di acido citrico nelle urine. Questi includono insufficienza renale cronica, diabete, eccessiva attività muscolare e ipoparatiroidismo, un disturbo endocrino in cui le ghiandole paratiroide non producono un adeguato ormone paratiroideo. Queste ghiandole aiutano a regolare la rimozione del calcio e l’uso nel tuo corpo. Fattori che possono aumentare i livelli di acido citrico nelle urine includono la dieta ad alto contenuto di carboidrati, la vitamina D e la terapia estrogenica.

È possibile aumentare i livelli di urina in acido citrico consumando frutta e succhi di frutta che contengono acido citrico. Le migliori fonti alimentari di acido citrico sono limoni e lime. Infatti, 4 once. Di succo di limone o 32 oz. Di limonata ogni giorno ti danno la stessa quantità di acido citrico che la terapia farmacologica utilizzata per le calcoli renali fa. Sebbene altri agrumi non contengano l’acido citrico molto come limoni e lime, anche gli alimenti quali le arance e il pompelmo aggiungono all’assunzione di acido citrico.

analisi

Calcoli renali

Acidosi tubolare renale

Fattori influenzanti

Dieta