Alti livelli di ferro e coaguli di sangue

Un test serico di sangue del ferro identifica i livelli elevati di ferro all’interno della circolazione sanguigna. Anche se non è un test di sangue regolarmente ordinato, il test di siero del siero viene ordinato quando un medico sospetta il sovraccarico del ferro. Anche se il ferro svolge un ruolo importante nella produzione di sangue, i livelli di ferro del corpo in genere non influenzano la capacità del sangue di coagulare correttamente.

Alti livelli di ferro

Alti livelli di ferro comunemente indicano emocromatosi, anemia emolitica o anemia sideroblastica. Tuttavia, i livelli di ferro potrebbero aumentare anche dopo molteplici trasfusioni di sangue, avvelenamenti da piombo o iniezioni di ferro nel muscolo e con malattie renali o epatiche. I sintomi del sovraccarico di ferro comprendono stanchezza, mancanza di energia, debolezza muscolare, dolore alle articolazioni, dolore addominale, aree di pelle scura e diminuzione del sesso. Un grave sovraccarico di ferro potrebbe anche causare perdita di peso o problemi cardiaci. Problemi con la coagulazione del sangue sono rari con elevati livelli di ferro.

Aumento della coagulazione del sangue

Eccessiva coagulazione del sangue si verifica con la disfunzione della funzione di coagulazione del corpo. Una varietà di malattie e condizioni mediche può causare eccessiva produzione di coaguli di sangue o rallentare la dissoluzione di coaguli di sangue, in entrambi i casi, si traduce in un eccessivo accumulo di coaguli. Queste condizioni includono la sindrome dell’anticorpo antifosfolipide, alcuni disturbi del midollo osseo, la trombotica trombocitopenica e la coagulazione intravascolare disseminata. L’aterosclerosi, la vasculite, il diabete, l’insufficienza cardiaca, l’obesità e la sindrome metabolica possono provocare eccessivi coaguli di sangue nel cuore e nel cervello. L’eccessiva coagulazione negli arti è comunemente causata da traumi fisici al corpo o rimanendo nella stessa posizione per un lungo periodo di tempo. Un aumento della coagulazione sistemica potrebbe anche essere causato da mutazioni genetiche, da alcuni farmaci, dalla gravidanza, dalla disidratazione e da una storia di fumo.

Diminuzione della coagulazione del sangue

La trombocitopenia è una delle cause più comuni di riduzione della coagulazione del sangue. Questa condizione si verifica quando un numero ridotto di piastrine circolano nel sangue. Poiché le piastrine sono responsabili del clumping delle cellule del sangue, un numero ridotto di piastrine influisce in modo significativo sulla capacità di coagulazione del sangue. La diminuzione della coagulazione del sangue potrebbe anche essere causata da emofilia, un raro disordine emorragico che non consente semplicemente che il sangue possa coagulare normalmente. Tipicamente, l’emofilia è un disturbo ereditario.

Il vero colpevole

Sebbene i livelli di ferro in genere non influenzino le abilità di coagulazione del sangue del corpo, i livelli di vitamina K possono influenzare il processo di coagulazione. In realtà, una carenza di vitamina K è una causa comune di riduzione della coagulazione del sangue. La vitamina K è una delle vitamine liposolubili. Le fonti dietetiche includono verdure a foglia verde, olio di soia, olio di canola, broccoli e olio d’oliva. Per evitare la carenza di vitamina K e le alterazioni associate alla coagulazione del sangue, i maschi adulti oltre i 19 anni devono assumere almeno 120 mg di vitamina K al giorno, mentre le femmine adulte 90 mg al giorno. I bambini, le donne in gravidanza e le madri che allattano devono consultare un medico o un dietista per le raccomandazioni quotidiane appropriate di vitamina K.