Quanto tempo ci vuole il cervello per registrare che lo stomaco è pieno?

Poiché il tuo cervello non registra immediatamente che il tuo stomaco è pieno, potresti essere a rischio di mangiare più del tuo corpo e di diventare troppo pieno se sei disposto a mangiare velocemente o in viaggio. È possibile ridurre l’assunzione di calorie se si concentra su rallentare e godere di ogni morso di cibo durante i pasti.

La fisiologia

Il cervello e lo stomaco registrano sensazioni di pienezza dopo circa 20 minuti, menziona Cara Stewart, dietista e nutrizionista, in un articolo di “Penn Metabolic & Bariatric News”. Durante questo periodo, i recettori informano il cervello che il corpo sta ricevendo sostanze nutritive inviando segnali ormonali. La colecistocinina ormonale viene rilasciata dal tuo intestino e l’ormone leptina racconta al tuo cervello le vostre esigenze a lungo termine e la sazietà generale basata su quanta energia il tuo corpo sta memorizzando. La leptina può amplificare i segnali che colecystokinin invia per aumentare il tuo senso di pienezza e può aiutare il neurotrasmettitore dopamina ti darà sensazioni di piacere dopo aver mangiato, secondo Ann MacDonald, redattore della Lettera di Salute Mentale di Harvard. Se si mangia troppo velocemente, questi ormoni potrebbero non avere abbastanza tempo per comunicare correttamente.

Ricerca

In uno studio del 2008 pubblicato sulla “Journal of the American Dietetic Association”, 30 donne sane sono state studiate in due occasioni separate in cui hanno mangiato a due tassi diversi. I soggetti utilizzavano scale per valutare fattori quali la loro fame, la sazietà, la sete, il desiderio di mangiare e la deliziosità dei loro pasti. Quando consumavano lentamente i loro pasti, mangiavano significativamente meno calorie e consumavano notevolmente più acqua rispetto a quando mangiavano a un tasso più rapido. Inoltre, avevano meno probabilità di sentirsi saziati quando mangiarono rapidamente.

Suggerimenti

Potresti essere inclini a mangiare rapidamente se non assegni la priorità al tempo del pasto. Se vuoi provare a regolare il tuo tasso di consumo, devi prima regolare il tuo programma e commettere almeno 20-30 minuti a ogni pasto, in modo da poter masticare e assaggiare il cibo a un ritmo piacevole. Incoraggiare il consumo riflessivo allontanando le distrazioni come la TV, un giornale o il telefono. Se si continua ad avere difficoltà a mangiare a un ritmo più lento, fare fastidio fisicamente difficile mettendo il vostro utensile nella tua mano non dominante, utilizzando un utensile più piccolo come un cucchiaio da bambino o utilizzando bacchette. Utilizzate un timer per assicurarvi di attaccare al tuo obiettivo.

considerazioni

Il mangiare lento non è sempre una cura, tutto per problemi di peso. Ad esempio, se sei obeso puoi avere una condizione come la resistenza alla leptina, secondo Ann MacDonald. Ciò significa che il tuo corpo è meno sensibile ai segnali di piacere e sazietà inviati dall’ormone leptin. Il tuo cervello può anche essere inclini a ricevere conflitti “deve mangiare ora” inneschi da segnali ambientali come l’odore di un gustoso dessert. Tuttavia, mangiando ad un ritmo più lento può completare le altre perdite di peso che si ottiene dal medico.